opac, catalogo, online,servizi, biblioteca, sebina

Chi siamo

Il nuovo Portale metropolitano on line

In coerenza con le finalità di Città Metropolitana di Genova, che dal 1° gennaio 2015 è subentrata all’omonima Provincia e per superare la frammentazione dei servizi bibliotecari, precedentemente erogati da diversi Enti territoriali, è stato costituito un nuovo Polo bibliotecario metropolitano, a partire dai servizi in linea che vengono gestiti dal Nuovo e Unico Portale Metropolitano.

Il progetto, condiviso dalle biblioteche del Comune di Genova, dalla biblioteca di Città Metropolitana e da un nutrito numero di Comuni (28), nonché dalle biblioteche della Camera di Commercio e della Polizia di Stato, offre a tutti i cittadini la possibilità di accedere liberamente ed in modo aperto al patrimonio bibliografico e digitale su scala metropolitana attraverso una interfaccia evoluta e ricca di servizi.

Le biblioteche del Comune di Genova comprendono 2 biblioteche centrali cittadine (La Biblioteca Civica Berio e la Biblioteca Internazionale per Ragazzi Edmondo De Amicis), 14 biblioteche dislocate sui territori municipali, 6 biblioteche specializzate di Museo e 5 Centri di documentazione. (informazioni più dettagliate possono essere reperite dal Portale cittadino http://www.bibliotechedigenova.it/)

Da un solo punto di accesso dunque si potrà interrogare il catalogo metropolitano, reperire informazioni, notizie, visualizzare vetrine di libri ed ebook, bibliografie, recensioni ed avere a disposizione tanti nuovi servizi evoluti e social.

 

"PON METRO"

In linea con gli obiettivi e le idee proposte dall’Agenda Urbana Europea, il Comune di Genova porta avanti le attività per lo sviluppo di nuovi servizi al cittadino grazie al "PON METRO", il Programma Operativo Nazionale dedicato alle priorità di investimento per le 14 città metropolitane.

La scelta di destinare le risorse alle città vuol dire mettere il cittadino al centro dell’interesse europeo. Attraverso il PON METRO per la prima volta nella storia della programmazione settennale, la Politica di Coesione si avvicina concretamente alle realtà locali e agli individui che le abitano: le città metropolitane diventano così il fulcro dell’attenzione della Commissione in quanto beneficiarie dirette dei fondi strutturali europei.

Genova, assieme alle altre città metropolitane, diventa pilota di questo progetto, cogliendo così le sfide di crescita urbana intelligente, inclusiva e sostenibile contenute nella Strategia Europa 2020. Grazie al PON METRO, il Comune di Genova ha avuto l’opportunità di realizzare servizi innovativi e di qualità predisponendo interventi mirati nell'ambito di agenda digitale, mobilità ed energia, e inclusione sociale: istanze fondamentali, nonché priorità di investimento, per lo sviluppo in chiave smart della nostra città.

Data la necessità di aggiornamento delle procedure e degli standard per la piena interoperabilità e uniformità dei sistemi informatici del Comune, gli interventi di Agenda Digitale riguardano, da un lato, il miglioramento e la maggiore diffusione degli stessi e, dall’altro, l’implementazione di nuove e più efficienti servizi al cittadino.

I settori di intervento individuati dal Programma includono anche l’area tematica cultura e tempo libero. A quest’ultima attiene la realizzazione di iniziative finalizzate a rendere disponibili servizi pienamente interattivi attraverso l’acquisizione e messa in esercizio di sistemi tecnologici e gestionali di ultima generazione. In quest’ambito, l’Agenda digitale metropolitana si pone come finalità il miglioramento dell'accesso alle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, nonché l'impiego e la qualità delle medesime.